OLIMPIADI TOKYO 2020 POSTICIPATE AL 2021

Questa mattina si è tenuta una videoconferenza tra il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach e il primo ministro giapponese Shinzo Abe, nella quale entrambi hanno espresso la loro comune preoccupazione per la pandemia mondiale COVID-19, per come sta incidendo sulla vita delle persone e sul significativo impatto che sta avendo sulla preparazione degli atleti di tutto il mondo per i Giochi Olimpici.

In un clima molto amichevole e costruttivo, i due leader hanno elogiato il lavoro del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 e hanno preso atto dei grandi progressi compiuti dal Giappone per combattere il COVID-19.

La diffusione senza precedenti e imprevedibile dell’epidemia ha visto il deteriorarsi della situazione nel resto del mondo. Ieri, il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato che la pandemia di COVID-19 sta “accelerando”. Attualmente ci sono oltre 375.000 casi registrati in tutto il mondo e in quasi tutti i paesi loro numero sta crescendo d’ora in ora.

Nelle circostanze attuali e sulla base delle informazioni fornite dall’OMS, il Presidente del CIO e il Primo Ministro del Giappone hanno concluso che i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo devono essere riprogrammati a una data successiva al 2020, ma non oltre l’estate 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutti i partecipanti ai Giochi olimpici e della comunità internazionale.

QUI Il comunicato ufficiale del Comitato Olimpico Internazionale

 

Il commento del Presidente federale Pietro Bruno Cattaneo dopo l’ufficializzazione da parte del CIO dello spostamento al 2021 dei Giochi Olimpici di Tokyo: “Il rinvio delle Olimpiadi era ormai una notizia attesa e sono convinto che sia stata adottata dal CIO la soluzione più giusta. Meglio spostare direttamente i Giochi al 2021, piuttosto che provare con diversi tentativi di rinvio nei mesi a seguire per organizzarle entro l’anno.
La pandemia attuale, legata al COVID-19, in questo momento rende impossibile stabilire una data nel 2020 per organizzare una manifestazione planetaria come l’Olimpiade, troppe sono le incognite per garantire il corretto svolgimento dei Giochi.
Come ben espresso nel comunicato di oggi, il CIO e il Comitato Organizzatore di Tokyo hanno preso una decisione improntata alla tutela della salute degli atleti e di tutte le componenti che fanno parte del mondo sportivo, oltreché degli appassionati.
Anche noi, come Federazione Italiana Pallavolo, in queste settimane abbiamo sempre agito con senso di responsabilità, ponendo al primo posto la salute dei nostri tesserati, pur volgendo lo sguardo al futuro, in attesa di uscire da questa drammatica situazione.
Per questo motivo ribadisco che sono in pieno accordo con la scelta di rinviare i Giochi di Tokyo nel 2021. Una decisione chiara e presa per tempo, che spero possa garantire le migliori condizioni per celebrare l’anno prossimo una manifestazione così importante, quale è l’Olimpiade
”.

Please follow and like us:
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search