PROGETTO SQ.A.T.

Il Comitato Territoriale di Pavia di concerto con il Comitato Territoriale di Cremona-Lodi e con l’assenso dell’ufficio regionale arbitri, ha varato un nuovo progetto di qualificazione per Ufficiali di Gara  Territoriali;

PROGETTO SQUAT – SQUADRA ARBITRI TERRITORIALI

Obiettivi
Il progetto SQUAT è rivolto a una selezione di dodici giovani Ufficiali di Gara: sei del CT di Cremona-Lodi e sei del CT di Pavia.
Prevede il coinvolgimento, da parte di entrambi i Comitati, di Tutor/Osservatori esperti e qualificati che accompagneranno i/le ragazzi/e in questa in questa avventura interprovinciale.
L’iniziativa è stata ideata per offrire alle nuove leve la possibilità di vivere un’esperienza fuori dal proprio territorio di appartenenza, di conoscere colleghi di comitati limitrofi e prepararsi ad affrontare gare di alto livello tecnico e gestionale con professionalità e piena consapevolezza del ruolo che sono chiamati a svolgere.
Nello specifico, è intenzione dei Responsabili Territoriali assegnare ai partecipanti al Progetto l’obiettivo ultimo di essere promossi al ruolo regionale o dirigere le fasi finali e le gare di playoff nei rispettivi territori di appartenenza.
In conclusione, SQUAT è considerato da Gianluca e Piergiorgio un progetto innovativo (poiché si parla di una prima edizione) e sperimentale per entrambi i Comitati, figlio dell’attenzione che è corretto dedicare alla categoria arbitrale del futuro.
Struttura del progetto
Il progetto SQUAT si articolerà in un appuntamento iniziale, programmato per martedì 03 dicembre 2019, dalle ore 20.45 alle ore 22.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Montanaso Lombardo, nei pressi di Lodi. L’incontro sarà equiparato a tutti gli effetti a una RTP (Riunione Tecnica Periodica) e quindi saranno convocati/invitati tutti gli arbitri dei rispettivi CT, a prescindere dal ruolo di appartenenza.
Oltre alla presentazione del Progetto SQUAT, si darà spazio alla formazione. Si è pensato, con l’occasione, di creare un vero e proprio evento basato sul confronto tra Allenatori e Arbitri, in tema di valutazione del tocco di palla.
I relatori individuati sono:
- Paolo Scotti e Cesare Armandola, Arbitri di Ruolo A;
- Giorgio Bolzoni e Luca Monti, Allenatori di 3° grado con esperienze in campionati nazionali;
- Roberto Boris (moderatore), Arbitro Internazionale.
Sarà un momento di crescita, ma soprattutto di condivisone di opinioni e realtà differenti che potrà arricchire il bagaglio di conoscenze ed esperienze di ogni ufficiale di gara presente.
Successivamente, a partire dalla seconda metà del mese di Gennaio 2020, i ragazzi selezionati dirigeranno in coppia gare dei campionati dei CT di CRE_LO e Pavia. Nello specifico:
- saranno impiegati in due gare: in una come 1° UDG e nell’altra come 2° UDG;
- se possibile, gli Arbitri Pavesi assumeranno il ruolo di 1° Arbitro nei campionati del CT CRE-LO e la funzione di 2° UDG nelle gare del CT di Pavia;
COMMISSIONE TERRITORIALE ARBITRI DI PAVIA
FIPAV - Comitato Territoriale - Via Pasino degli Eustachi n° 2 - 27100 Pavia Tel. 0382/529305 Fax 0382/529305 E-mail:
pavia@federvolley.it Sito: www.fipavpavia.org
- se possibile, gli Arbitri di Cremona - Lodi assumeranno il ruolo di 1° Arbitro nei campionati del CT Pavia e la funzione di 2° UDG nelle gare del CT di CRE-LO;
- i Campionati nei quali verranno individuate le gare del progetto sono quelli di 1° DIV/M e 1° DIV/F. All’occorrenza, potrebbero essere individuate partite di 2° DIV/F;
- ciascuna gara vedrà la presenza di un Tutor.
Concluse le 12 gare, le Commissioni Arbitri dei due Comitati Territoriali, sulla base delle valutazioni espresse dai tutor impiegati, delineeranno il raggiungimento degli obiettivi, stilando una sorta di classifica valutativa.
Al termine del Progetto, con l’obiettivo di favorire l’integrazione e lo scambio di esperienze tra i/le ragazzi/e, si è pensato, fatti salvi i limiti di spesa, di organizzare un incontro conclusivo (potrebbe essere una cena), durante il quale distribuire agli stessi un piccolo e simbolico riconoscimento.
Logistica
Il progetto SQUAT verrà gestito nel rispetto del principio di minimizzazione dei costi.
In termini operativi, ciò si traduce nelle seguenti linee operative:
- ciascun comitato gestirà in autonomia le designazioni sul proprio territorio, avendo riguardo alle distanze e ai rimborsi per le trasferte;
- Gli spostamenti saranno organizzati con il metodo del carsharing.
Please follow and like us:
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search